Gomma da Masticare

Denti e gomma da masticare

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

La gomma da masticare, si o no?

 

Gli esperti non ti consigliano mai di sostituire la classica pulizia dei denti domiciliare, effettuata con spazzolino e dentifricio, con una comune gomma da masticare. Questo perchè la gomma può portare un bel po’ di problemi ai tuoi denti. Ecco perché il miglior modo per preservare la salute dell’intero cavo orale è quello di portare sempre con te lo spazzolino e possibilmente anche il filo interdentale. In commercio esistono tante tipologie di astucci che possono tranquillamente contenere sia il dentifricio che gli altri elementi utilizzati per la pulizia profonda della bocca. Alcune persone mentre masticano una gomma sentono addirittura dei dolori all’articolazione presente tra mandibola e mascella. Questo non è mai un buon segno e richiede un immediato consulto specialistico.

 

 

Gomme da masticare con e senza zucchero

Gli odontoiatri a cui farai la classica domanda “gomma da masticare, si o no?” ti risponderanno innanzitutto ricordandoti che dalle otturazioni vengono rilasciate delle quote, seppur minime, di mercurio, che non fanno assolutamente bene né alla tua bocca né alla tua salute in generale. Tuttavia c’è da fare una distinzione tra le gomme senza zucchero e quelle che invece lo contengono. Queste ultime sono totalmente dannose per i denti e non andrebbero mai utilizzate. Al contrario quelle senza zucchero possono portare alcuni vantaggi, soprattutto poiché contribuiscono ad aumentare in modo importante la produzione di saliva, che:

  • favorisce l’eliminazione dei residui di cibo
  • abbassa la quota di sostanze acide presenti nel cavo orale
  • tiene umide le mucose e ne previene l’inaridimento

 

 

Sorbitolo e Xilitolo

Sui pacchetti di gomme da masticare trovi spesso le scritte “con sorbitolo” o “con xilitolo”, in particolare per quanto riguarda la tipologia senza zucchero. Forse non sai che queste molecole vanno a sostituire proprio il gusto “dolce”, ma non vengono digerite dai batteri presenti nella bocca o comunque vengono metabolizzate con difficoltà. Tutto ciò comporta una maggiore produzione di saliva che, come detto, garantisce un effetto protettivo del cavo orale, andando a ottimizzarne il pH. Lo xilitolo viene considerato “migliore” poiché, pur costando di più, risulta avere un effetto anti-batterico più marcato rispetto al sorbitolo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi